Fiordi orientali

Dopo aver terminato la fantastica area del sud oriente è il momento di salire verso nord e verso la densa zona di Myvatn passando per i fiordi orientali. Ci sono due modi per farlo.

  1. Salire lungo la strada 939 che si ricongiunge poi alla 95 e andare a vedere la cascata di Hengifoss
  2. Continuare lungo la 1 che costeggia tutti i fiordi

La prima soluzione, sopratutto se non vi fermate neanche alla cascata di Hengifoss è decisamente più rapida. Il paesaggio è molto bello e salirete abbastanza in alto nella strada 939 probabilmente anche da vedere un po’ di neve a bordo strada. La strada è sterrata ma si percorre anche senza 4×4, basta fare un po’ di attenzione.

La strada 1 è decisamente più lunga ma offre anche degli spettacolari scorci sulle scogliere e l’oceano e vi verrà voglia di fermarvi spesso. Non ci sono grandi punti di interesse sul percorso ma la strada merita sicuramente. Per chi guida potrebbe essere un po’ frustrante percorrere avanti e indietro lunghi fiordi che si sarebbero attraversati in 5 minuti con un ponte, ma è anche questa la bellezza dell’Islanda incontaminata. Anche qui comunque ci sono lunghi pezzi di (ottimo) sterrato.

Considerando Seyðisfjörður come meta finale di questa tappa, entrambe le soluzioni vi porteranno a Egilsstaðir, dove poi potrete andare verso Seyðisfjörður.

Potete consultare qui il nostro itinerario.

Menù fiordi orientali:


Cosa vedere

Hengifoss

65.08665, -14.88406

Si tratta in realtà di due cascate: Hengifoss e Litlanesfoss. La seconda la incontrerete sul cammino verso Hengifoss. Potrete lasciare l’auto nell’area di sosta che ho indicato nella mappa (65.07342, -14.88062) e poi “scalare” il semplice percorso fino a Hengifoss. Entrambe le cascate sono contornate da uno splendido paesaggio basaltico esagonale, che ormai avrete imparato ad amare.

Il percorso richiede circa un ora e mezzo per il percorso nelle due direzioni. È semplice ma è molto “scoperto” quindi sarete comunque colpiti da eventuale vento o sole.

Petra’s Stone Collection

64.83546, -13.88052

La collezione di pietre di Petra si trova lungo il percorso sulla strada 1 a Stöðvarfjörður. Semplificando è il museo di una vita di raccolta da parte di una signora (un po’ pazza?) che ha collezionato pietre per tutta la sua vita. Il giardino perfettamente curato è quindi pieno di pietre fantastiche. Anche se di pietre non vi interessa nulla sappiate che l’esperienza rimarrà comunque impressa nella memoria. Per me è stato così.

L’enormità di questa raccolta vi fa capire dove potrebbe arrivare una persona un po’ svitata e senza freni che porta avanti ad oltranza la sua unica passione. Ragionate: non sarebbe bellissimo se anche voi potrete lasciar perdere tutto il resto e concentrarvi solo e soltanto sulla cosa che più vi piace nella vita?

Il biglietto di ingresso non è economico (1400 ISK) ma confermo che vale la pena.

Gufufoss

65.23989, -14.05757

La strada che arriva a Seyðisfjörður è una delle mie preferite di tutta la vacanza. Da un altopiano con un fantastico lago inizierete a scendere vertiginosamente verso la strettissima valle da cui parte il fiordo. Il panorama è spettacolare e lungo la strada incrocerete tante belle cascate. La più bella è Gufufoss. All’andata l’avrete di spalle ma conviene comunque fermarsi per qualche foto. Un’altra cascata fantastica, nonostante le dimensioni contenute.

Seyðisfjörður

65.26019, -14.00957

È stato un peccato non avere più tempo per visitare il paese che è forse il più carino in questi viaggi. Caratteristica la chiesa blu al termine di una strada con i mattoni colorati color arcobaleno e i tavolini all’aperto. Chi non vorrebbe rimanere qui per sempre, protetto dalle montagne in questo angolo di paradiso?

Ci sono alcuni punti di interesse da vedere, ma potete farlo a piedi e in poco tempo. Il tramonto su questa valle poi è fantastico (e ovviamente lunghissimo d’estate).

Dove mangiare

Langabúð

64.65752, -14.28319

Piccola tavola calda nel paesino di Djúpivogur, richiede una deviazione molto breve. Non c’è molta scelta, ma ci sono comunque la zuppa del giorno, pane con il salmone e sopratutto varie fantastiche torte islandesi che imparerete ad apprezzare ogni giorno di più.

Kaffi Lára El Grillo Bar

65.26042, -14.00961

Si tratta di un locale molto carino a Seyðisfjörður. Dovrete ordinare al bancone e poi riceverete il cibo al tavolo. Ottimi gli hamburger accompagnata da una patata piena di burro e nel complesso tutto ci è sembrato decisamente all’altezza.

Quanto tempo ci vuole

Una giornata, a prescindere dalla strada che sceglierete di percorrere.